Industria Alimentare

INDUSTRIA ALIMENTARE
La costruzione d’impianti per le industrie alimentari, come per le industrice chimiche e farmaceutiche, è un'attività complessa in quanto necessitano non solo di processi altamente automatizzati e ad alta produttività, ma anche di un’igiene della produzione rigorosa.
Come per tutti gli impianti, in fase di progettazione, bisogna tener conto delle caratteristiche dei prodotti che le varie attrezzature e i macchinari dovranno gestire durante il loro esercizio.
Ogni progetto di costruzione d’impianti per l’industria alimentare si basa infatti sulle proprietà chimico-fisiche degli alimenti da fermentare, mescolare o trasportare. Pur trattandosi di alimenti, l’aggressività chimico-fisica è in molti casi elevata e richiede l’utilizzo di materiali resistenti in grado di sopportare i processi di sanificazione e detersione che si svolgono dopo ogni ciclo di lavorazione. 
Un'altra caratteristica da considerare è la viscosità di molti prodotti alimentari, talvolta così elevata per cui sono necessari motori a elevata potenza per gli organi meccanici di agitazione e per le pompe di fermentatori e reattori.
Inoltre la costruzione di impianti per l’industria alimentare deve essere basata sul fatto che durante ogni processo, i prodotti alimentari devono subire più di uno scambio termico e che quindi negli impianti devono essere integrati scambiatori di calore per la refrigerazione e per il riscaldamento.
La costruzione di impianti per l’industria alimentare è quindi un iter complesso durante il quale si abbinano, sulla base del processo e delle esigenze del committente, diverse attrezzature e macchinari allo scopo di ottenere un ciclo di lavorazione efficiente, igienico e automatizzato.